Mons Angelo Giurdanella, Vescovo eletto di Mazara del Vallo

Il vescovo di Noto, monsignor Antonio Staglianò, convocando un’assemblea diocesana nella giornata di oggi, venerdì 29 luglio 2022, presso la Basilica Cattedrale di San Nicolò in Noto, alle ore 12, dopo la preghiera dell’Angelus, alla presenza di numerosi presbiteri, diaconi, religiosi, religiose e fedeli laici provenienti dai nove vicariati della diocesi, ha dato un’importante comunicazione: la nomina a vescovo di Mazara del Vallo di monsignor Angelo Giurdanella, finora vicario generale della diocesi netina.

La nomina del nuovo vescovo, da parte del Santo Padre Francesco è stata comunicata in simultanea con la Santa Sede e la diocesi di Mazara del Vallo.

Grande emozione di tutti i presenti, espressa attraverso un lungo e sentito applauso, quale riconoscimento grato e pieno di stima e affetto per l’eletto vescovo.

Don Angelo Giurdanella è nato a Modica il 24.02.1956 ed è stato battezzato nella parrocchia San Paolo Apostolo in Modica, il 14 marzo 1956. Viene ordinato sacerdote il 27.12.1983 dal Vescovo Mons. Salvatore Nicolosi. Il suo ministero sacerdotale inizia a Noto, nella parrocchia Ecce Homo, poi ad Avola, come viceparroco prima della parrocchia del Sacro Cuore e, in seguito, di San Giovanni Battista.

Di quest’ultima è stato parroco dal 02.10.1989. Dopo l’ordinazione, monsignor Nicolosi lo designa animatore in Seminario e poi Canonico del Capitolo della Cattedrale, dal 1985 ad oggi. Dal 1980 al 2010, è insegnante di religione cattolica ad Avola.

Dopo essere stato assistente diocesano di ACR, monsignor Mariano Crociata lo nomina assistente unitario diocesano di Azione Cattolica e membro del collegio dei consultori. Viene quindi nominato Vicario Episcopale per il Clero a settembre del 2009 fino al 01.10.2010, data in cui viene nominato vicario generale della diocesi di Noto dal Vescovo Mons. Antonio Staglianò.

La sua sensibilità e umanità, l’amore per la Parola di Dio e l’Eucaristia lo hanno portato subito ad interessarsi ai più bisognosi e soprattutto ai tossicodipendenti: comincia così il suo servizio nella “Comunità Incontro” di don Pierino Gelmini, servizio che tuttora svolge come coordinatore.

Il 6 Gennaio 1994, don Angelo inaugura la mensa di accoglienza “S. Vincenzo de’ Paoli”, presso la parrocchia San Giovanni Battista in Avola.

“Se in una comunità circolano i poveri, allora lì si annuncia veramente il Vangelo”, con queste parole don Angelo ha sempre incitato la comunità a farsi piccola tra i piccoli, a considerare la povertà come valore morale, strada che conduce a Dio.

Don Angelo è stato punto di riferimento e guida spirituale per molti giovani in discernimento, seminaristi e giovani sacerdoti.

L’amore per i giovani, per gli emarginati, la vicinanza alle famiglie in difficoltà, la cordialità della sua amicizia, contraddistinguono il suo ministero nella Chiesa.

Condividi: